di Gianluca Zappa

  • Quando sono stati inventati gli occhiali? Ovvio: nel medioevo! Occhiali e lenti d’ingrandimento.
    L’ottica era stata studiata nel mondo arabo, dal fisico Alhazen nel sec. XI. La sua opera fu tradotta nei conventi e i monaci (che avevano estremo bisogno di vederci bene nella loro attività di copisti) cominciarono a progettare e costruire delle lenti convesse che venivano poste sui manoscritti da copiare.
    Gli occhiali nascono intorno al 1280 e alla loro creazione contribuirono moltissimo i maestri vetrai di Murano, i soli in grado di produrre vetro bianco e lenti molate. I capitolari veneziani del 1301 ci dicono che coloro che volevano produrre “vitreos ab oculis ad legendum” dovevano iscriversi alla corporazione dei “cristallieri”.
    In una predica del 1305 a Firenze, il domenicano Giordano da Pisa, entusiasta della nuova invenzione, la faceva risalire ad una ventina d’anni prima. In effetti a Firenze operava da tempo Alessandro della Spina, un altro domenicano, che aveva imparato la tecnica di costruire occhiali.
    Nel dipinto (che risale al 1352) vedete il primo uomo della storia ritratto con gli occhiali al naso. È il vescovo Ugone di Provenza.
    Questa invenzione rivoluzionò il commercio e l’artigianato: grazie anche alle lenti d’ingrandimento si poteva lavorare meglio, di più e più a lungo, quando invece nei secoli precedenti le malattie agli occhi limitavano moltissimo l’attività di molte persone.
    Roba da Medioevo!

Please follow and like us:
error

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi