• Anche la prima vera fabbrica della storia, con tanto di una forma di catena di montaggio, risale al medioevo. È l’Arsenale di Venezia, nato nel 1104, dalla prima metà del Duecento divenuto il luogo dove si producevano in serie le celebri galee, navi lunghe 35-40 metri.
    Vi lavoravano tra i 1500 e i 2000 artigiani specializzati, i cosiddetti “arsenalotti”, cittadini benemeriti della Repubblica, di cui erano dipendenti, con tanto di stipendio garantito anche in vecchiaia.
    All’interno dell’arsenale c’era anche una scuola, per trasmettere il mestiere ai giovani apprendisti.
    Le navi venivano prodotte in serie, con un rigido controllo della qualità dei materiali, da un team di specializzati guidati dal Proto, l’architetto-capo, che seguiva tutte le fasi di costruzione.
    Il lavoro era suddiviso tra varie figure professionali: carpentieri navali, calafati (addetti all’impermeabilizzazione) e fabbricanti di remi.
    Addirittura si organizzò il sistema dei ricambi: in ogni porto controllato dai veneziani era possibile acquistare pezzi delle navi, mancanti o danneggiati.
    La struttura dell’Arsenale era figlia di una genialità organizzativa che anticipò l’organizzazione di un’industria moderna.
    Roba da Medioevo!

Gianluca Zappa

Please follow and like us:
error

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi